Perché sto chiudendo il mio account su Facebook

C’è chi riflette sull’uso e lo scopo dei social network.

Grafemi

Quando ho aperto il mio account su Facebook, nel 2008, mi sono chiesto: “E adesso?”. Ricordo che, allora, le persone che si erano iscritte erano davvero pochissime. Accedevo, non trovavo niente, e poi uscivo. In compenso da due circa due anni mi ero dedicato, con un impegno quasi professionale, alla realizzazione di diversi blog, alcuni tematici (politica, sport, informatica, recensioni, poesia) e altri “generalisti”, o “letterari” (piccoli racconti, ricordi, storie). Anche nel blog, quando avevo iniziato, mi ricordo che c’erano giorni in cui nessuno leggeva quello che scrivevo; poi, con l’esplosione del fenomeno, sono arrivato a picchi di mille visite al giorno – un numero che può sembrare basso, ma che significa circa 300.000 visitatori all’anno. Tutti lasciavano commenti, e tutti scrivevano. Usando un’espressione un po’ consumata, si “producevano contenuti”.

Intorno al 2010 (o forse un po’ prima) c’è stato il boom di Facebook. Improvvisamente, c’erano tutti; e abbastanza inesorabilmente…

View original post 1.218 altre parole

Annunci

Se ti è piaciuto ciò che hai letto, lascia un commento!

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...